Quantcast

Basket: Mastria da favola, batte Bisceglie e guarda alla salvezza

I giallorosso di coach Tunno mettono il cuore e battono una delle squadre più forti del campionato

Neanche il miglior sceneggiatore avrebbe potuto immaginare uno spettacolo del genere. La Mastria Sport Academy Catanzaro firma la sua terza vittoria in stagione e lo fa tra le mura amiche, contro una delle squadre più forti del campionato nonché seconda forza del girone D2. Catanzaro ha cuore, grinta e attributi da vendere: i ragazzi di coach Tunno sfoderano una prestazione di gruppo senza eguali e portano a casa due punti vitali in ottica salvezza, superando i Lions Basket Bisceglie per 73-69. La cronaca del match sembra un copione scritto con tanto di colpo di scena finale. I giallorossi schierano in quintetto Cucco da play, Battaglia in guardia, Moretti da ala piccola, Morciano in ala grande e il centro georgiano 02’ Tchintaraouli; i pugliesi bianco blu rispondono con Sirakov, Vitale, Santucci e sotto le plance Caceres e Seck. Il primo quarto è tutto di marca Bisceglie, i pugliesi sfondano la difesa giallorossa a suon di canestri e si portano sul primo vantaggio parziale di 8-16, con un Sirakov sugli scudi. Santucci poco dopo porta la sfida 13-23 e sembra di fatto già mettere in cascina il risultato. Sul finale di quarto la Mastria si riavvicina notevolmente con un 7-2 di parziale sul finire del quarto.

Nella seconda frazione la musica non cambia, Bisceglie continua a volare e si porta sul +13 con il parziale di 23-36 mentre viene comminato il primo fallo tecnico a coach Tunno; sul finire del quarto un altro tecnico e la conseguente espulsione di coach Tunno fanno svegliare dal torpore la Mastria che si riavvicina a Bisceglie e porta la sfida al riposo sul punteggio di 31-42. Il terzo quarto sembra essere il preludio di una vittoria già scritta del Bisceglie che si porta sul 33-49. Tutto finito? Macché! Morciano mette tre canestri da tre punti in un amen, Battaglia segna da due e Petronella con un tiro senza senso pareggia la gara sul 54 pari, ma un libero di Taddeo porta la sfida sul 54-55 a fine terzo quarto. La Mastria perde anche Gaetano, per un infortunio alla schiena e si ritrova a dover giocar l’ultima frazione senza il proprio lungo titolare. Ad inizio quarto quarto, un canestro di Tchintcharauli firma il primo vantaggio della Mastria. Qui torna in scena Bisceglie che grazie a due percussioni in mezzo all’area di Taddeo si riporta avanti, ma Tomcic sotto canestro è lucidissimo, mentre dall’altra parte Sirakov è inarrestabile e tiene a galla i suoi.

La Mastria non molla mai e grazie a Battaglia e Tomcic trova il più 5 che risulterà poi decisivo. Quando mancano due minuti alla fine, Sirakov riavvicina i suoi ma Bisceglie subito dopo fallisce il canestro per impattare il match e Cucco negli ultimi secondi di gara è glaciale dalla lunetta e chiude di fatto i giochi. La corsa di coach Tunno verso i suoi ragazzi a fine gara è il simbolo di un gruppo che non molla di un centimetro in vista della corsa finale salvezza. Il finale magico è l’esultanza con patron Mastria che certifica la voglia di vincere di un intera coalizione. Nel prossimo turno la Mastria andrà a giocarsela sul campo del forte Taranto, capolista indiscusso del girone mentre Bisceglie ritornerà nuovamente in Calabria per giocarsela contro la Viola.

Questo il tabellino del match:
Mastria Sport Academy Catanzaro-Alpha Pharma Bisceglie 73-69 (20-25; 31-42; 54-55)
Catanzaro: Cucco 15, Battaglia 17, Moretti 3, Tchintcharauli 4, Morciano 9, Tomcic 8, Gaetano 6, Petronella 6, Mastria 3, Procopio 2, Milijanic. Allenatore: Tunno.
Bisceglie: Vitale 2, Sirakov 20, Santucci 14, Caceres 4, Seck 7, Maresca 8, Taddeo 7, Galantino 6, Chiriatti 1. N.e: Misino. Allenatore: Marinelli.