Quantcast

“Catanzaro, non mollare”: Calabro vuole riscatto a Palermo

Il tecnico delle aquile alla vigilia: «Piede a tavoletta sull'acceleratore. In questi giorni abbiamo lavorato tanto sulla testa». Fuori dai convocati Contessa e Scognamillo

Più informazioni su

«Continuare a tenere il piede a tavoletta sull’acceleratore e non mollare nelle difficoltà». Questa, secondo Calabro, l’unica ricetta per buttarsi alle spalle la sconfitta cocente di mercoledì scorso contro la Casertana ed approcciare con slancio il periodo decisivo della stagione che inizierà domani a Palermo. Il Catanzaro dovrà rialzare la testa, continuare a battere «la strada giusta». Prendendo il meglio dall’ultima sconfitta e correggendo gli errori che l’hanno frenato.

«Abbiamo cercato di ripristinare le energie fisiche e mentali – ha sottolineato il coach giallorosso alla vigilia – era necessario lavorare soprattutto sulla testa per ritrovare fiducia e carica. Il Palermo sta facendo molto bene – ha aggiunto – ed ha giocatori pericolosi come Lucca che in questo momento stanno concretizzando il lavoro fatto dietro». Quello che per contrappasso non sembra riuscire troppo bene alle aquile negli ultimi tempi con la mole di manovra prodotta sprecata spesso per troppa leggerezza davanti. Sarà per questo un esame verità anche per le linee offensive, chiamate per prime al riscatto contro i rosanero. Non convocati Scognamillo e Contessa; Calabro però non dispera: «Siamo pronti a cambiare modulo sia dall’inizio che a partita in corso».

Più informazioni su