Quantcast

Catanzaro, arriva la Ternana schiacciasassi. C’è una manita da riscattare

Alcuni ballottaggi tra mediana ed attacco, con Casoli e Garufo per la destra, Curiale ed Evacuo in avanti

Più informazioni su

Una vecchia cinquina da riscattare, una striscia positiva a cui dare ulteriore spinta e poi la bellezza di uno sfizio che ci si vorrebbe proprio togliere: essere i primi a battere gli imbattibili. Ne ha di motivi per cui provarci, il Catanzaro. E lo farà convintamente, domani – calcio d’inizio ore 15 – contro la corazzata Ternana di Lucarelli, padrona indiscussa dei piani alti, squadra dei record di questa stagione.

QUI GIALLOROSSI – Ci si affiderà all’entusiasmo, vigoroso dopo la bella vittoria di Palermo, e alla lucidità ritrovata nel gioco, tanto apprezzata e plaudita da Foggia in poi. Ai tre ex di turno – Di Gennaro, Fazio e Verna – e più in generale all’ossatura che ha dato ampie garanzie nelle ultime settimane. Il rientro di Scognamillo dalla squalifica completerà il pacchetto difensivo, sul lato sinistro invece verrà confermato Porcino cursore. Resiste ancora qualche ballottaggio – «aspetterò l’ultimo momento per decidere» ha detto Calabro – tra mediana ed attacco, con Casoli e Garufo per la destra, Curiale ed Evacuo per la linea d’assalto.

QUI ROSSOVERDI – Fere al completo per la trasferta del “Ceravolo” e – manco a dirlo – con il vento in poppa alla luce del distacco scavato sulle inseguitrici in classifica. Il cammino fin qui è stato formadibile ed esaltante per gli umbri; eppure, alla partenza per la Calabria, è grande la cautela in casa rossoverde con lo sguardo di mister Lucarelli rivolto soprattutto ai rischi della sfida. «Il Catanzaro è squadra temibile – ha detto – Ha elementi esperti nei reparti nevralgici e mi aspetto un match difficile, aperto ad ogni tipo di risultato». Occhi aperti è il messaggio alla sua corazzata. «Ma sono anche le partite in cui ci siamo esaltati – ha aggiunto – I giallorossi faranno di tutto per batterci dopo aver vinto bene a Palermo, per noi è arrivato il momento di spingere ancora più forte i motori». Previste temperature primaverili, l’incognita sarà semmai il vento: «Capita da quelle parti che possa condizionare i calci piazzati – ha ricordato Lucarelli – come succedeva in passato con un grandissimo Palanca».

NUMERI – Del giugno ’91 l’ultima affermazione delle aquile sugli ospiti (3-0); da allora niente più risultati utili per i giallorossi battuti tre volte su tre dagli umbri negli incroci al proprio domicilio. Recente il kappao del dicembre 2019 (1-3, gol della bandiera di Celiento); nella gara di andata di questo campionato il punteggio fu quasi tennistico a favore della capolista: 5-1 con l’illusorio pareggio dagli undici metri di Carlini. Arbitro dell’incontro sarà il signor Panettella di Gallarate sotto la cui direzione il Catanzaro ha già guadagnato quest’anno il pareggio di Catania.

CATANZARO (3-4-1-2) : Di Gennaro; Scognamillo, Fazio, Martinelli; Garufo, Verna, Corapi, Porcino; Carlini; Curiale, Di Massimo. All. Calabro.

TERNANA (4-2-3-1) : Iannarilli; Defendi, Boben, Kontek, Mammarella; Palumbo, Paghera; Partipilo, Falletti, Peralta; Raicevic. All. Lucarelli.

Più informazioni su