Quantcast

Catanzaro, sorrisi e fatica alla ripresa

Per Calabro è conta dei reduci in vista di Torre del Greco: ancora out Corapi, Porcino alle prese con un fastidio alla schiena

Gambe pesanti, testa leggera è il “mood” del Catanzaro. Con i volti che sembravano parlare questo pomeriggio alla ripresa di Giovino e raccontare, oltre che l’entusiasmo per l’obiettivo terzo posto centrato con merito ieri a Cava de Tirreni, anche la grande fatica delle settimane alle spalle e le scorie mentali di una risalita ancora in progress.

Impossibile fermarsi, dicono classifica e calendario. Ed anche Calabro lo ha ripetuto quest’oggi facendo la conta dei disponibili in previsione di domenica e della Turris.

Solo Corapi è rimasto ai box – la lussazione alla spalla lo terrà lontano dal campo almeno per altri venti giorni ma bisognerà monitorare anche le condizioni del ginocchio sotto sforzo – mentre il resto del gruppo ha lavorato per smaltire le tossine degli ultimi novanta minuti, tra palestra, esercizi di scarico e terapie.

Sotto osservazione è finito anche Porcino, uscito anzitempo dalla contesa del “Lamberti” per un fastidio alla schiena che si proverà a ridurre nei prossimi giorni. Domani l’unica sessione di lavoro effettivo prima della rifinitura; sabato poi, per le aquile, la partenza per la Campania.