Quantcast

Catanzaro, vince la continuità: avanti con Foresti e Calabro

La decisione dopo il summit di questa mattina in via Gioacchino da Fiore. Da Noto apertura ad un mercato da protagonisti

Si erano lasciati così, ieri sera: con i nervi distesi da mille sigarette e la promessa di fare ognuno il proprio passo per continuare sul sentiero già tracciato un anno fa. Da qui Antonio Calabro ed il Catanzaro sono ripartiti questa mattina per il vertice decisivo che ha di fatto sancito ufficialmente il successo della linea della continuità.

FACCIA A FACCIA DECISIVO – Di nuovo attorno al tavolo, ognuno con le proprie richieste ed ambizioni: per il mister e per il diggì Foresti il desiderio di un mercato da vera grande per puntare senza indugio al salto di categoria. Perché solo a questo si potrà ragionevolmente guardare ora in via Gioacchino da Fiore dopo il brillante score dello scorso anno ed il secondo posto centrato al fotofinish. La garanzia data dal patron di un più sostanzioso impegno ha fatto scattare attorno alle 13 l’attesa fumata bianca: il tecnico di Melendugno resterà dunque alla guida delle aquile anche per la prossima stagione – il contratto firmato la scorsa estate lo legava già fino al 2022 ma senza aperture presidenziali avrebbe forse finito per cedere alle avances della Triestina – e con lui rimarrà saldo in sella anche il deus ex machina del nuovo corso giallorosso Diego Foresti.