Quantcast

Catanzaro, rombo di motori: al via il ritiro di Moccone

Destinazione Sila per i giallorossi. Ieri bel momento di compattezza tra squadra e club. Il primo agosto test contro la Vibonese

Più informazioni su

Prima la colazione in albergo, poi tutti in macchina alla volta di Moccone. È iniziata di buonora la marcia del Catanzaro verso il ritiro estivo: tra i sorrisi di calciatori e staff e con una lunga coda di auto che dal centro città ha preso direzione per la Sila.

Questa la prima novità rispetto agli anni passati, segno anche di un’aria diversa, più leggera e “free”. Dalla squadra la richiesta di maggiore autonomia nel tempo libero che ci si ritaglierà nei prossimi giorni, richiesta accolta dal club con l’annullamento del viaggio in bus e l’ok alla trasferta con mezzi propri per consentire ai ragazzi di raggiungere le famiglie nelle pause. Che si viva un frangente di entusiasmo e compattezza tra le parti – una bella luna di miele – lo testimonia anche l’uscita di gruppo di ieri per festeggiare la fine del pre-ritiro di Simeri: un gelato in centro che ha messo allo stesso tavolo vertici societari e calciatori, che ha chiuso una parentesi e formalmente ne ha aperta un’altra. Nel tourbillon di bagagli e motori anche l’ultimo arrivato Romagnoli; assenti ancora all’appello Rolando – alle prese con le pratiche di rescissione a Reggio Calabria – e l’altro nuovo innesto Vandeputte – il cui sbarco è atteso in giornata. Anche per questo il diggì Foresti non si è unito al carosello e rimarrà operativo in sede: queste ed altre strette serviranno per dare a Calabro il materiale su cui lavorare da qui al 6 agosto. Fissato già il primo test stagionale: domenica 1 sarà derby in montagna contro la Vibonese.

Più informazioni su