Quantcast

Catanzaro: sorrisi e cerotti. Martinelli out, allenamenti a Simeri

Il difensore sostituito ieri prima del novantesimo salterà la trasferta di mercoledì a Latina. Possibile turnover anche in vista del Monopoli

A Latina senza Martinelli. C’è questa tegola sotto la montagna di sorrisi e di soddisfazione che il Catanzaro si sta godendo a ragione da ieri sera dopo la vittoria contro il Taranto, la terza consecutiva conquistata in campionato, e la sfida sempre più lanciata al Bari capolista. Una nota amara non da poco, specie per Calabro che nel turno infrasettimanale di mercoledì nel Lazio dovrà rinunciare al capitano, già sostituito nel match contro gli ionici da De Santis. Il verdetto è arrivato quest’oggi, al check della ripresa degli allenamenti: a bloccare il difensore, perno dello spogliatoio e dell’intera architrave arretrata, uno stiramento.

La vigilia di domani sarà di fatto l’unica occasione possibile per studiare le contromosse visto che per questioni di tabella – lavoro defaticante per gli impiegati di ieri, seduta tradizionale per i non – e logistiche – metà gruppo a Giovino, l’altra metà spedita a Simeri per lavori di manutenzione del “Gullì” – l’allenamento di questo pomeriggio non ha potuto aiutare più di tanto. Altri acciacchi dovranno essere monitorati e presi in considerazione – Cianci, per esempio, uscito dal campo con dolore al collo – e questo potrebbe portare anche ad un rimescolamento delle carte nel quadro complessivo di una settimana ricca di impegni che si concluderà poi domenica contro il Monopoli. Il morale è comunque alto anche se dall’altra parte Calabro prova a far tenere a tutti i piedi per terra: «Non eravamo dei brocchi prima, non siamo imbattibili oggi – le sue parole – guardiamo ogni appuntamento con la cattiveria agonistica che abbiamo dimostrato in queste ultime prove, il resto verrà da sé».