Quantcast

Il team TaeKwonDo Guerra riparte dal centro storico con uno sguardo al sociale

Dal 3 novembre al via gli allenamenti per studenti, diversamente abili e giovani socialmente disagiati al Convitto Galluppi

Dopo due anni di fermo obbligato a causa dell’emergenza covid, la benemerita società sportiva TaeKwonDo Guerra ritorna alle attività in una nuova sede, nel cuore del centro storico. Grazie alla convenzione siglata con l’Amministrazione provinciale e il Polo Didattico del Convitto Nazionale “P. Galluppi”– diretto da Stefania Cinzia Scozzafava – dal prossimo 3 novembre riprenderanno gli allenamenti nella storica palestra dell’istituto.

Ad annunciarlo il maestro Tonino Guerra in una conferenza stampa tenutasi al palazzo comunale: “Gli allenamenti riprenderanno con l’avvio ufficiale del primo progetto sportivo studentesco riservato agli alunni del Galluppi ed il contestuale start a nuove attività mirate all’inclusione sociale. Negli allenamenti saranno, infatti, coinvolti anche gli atleti diversamente abili e i ragazzi socialmente disagiati. Perchè siamo convinti che tutti quanti possano esprimersi allo stesso modo sulla pedana”. A portare la propria testimonianza di campione del taekwondo in carrozzina è stato il campione Italiano di para-TaeKwonDo, Giuseppe Corasaniti classe P50: “E’ la società che ci rende meno abili per la presenza di barriere architettoniche e mentali – ha detto -. Lo sport, in questo senso, può aiutare a trovare maggiore autostima e sicurezza in sé stessi. Spero che i miei risultati siano uno stimolo per chiunque voglia iniziare a praticare questa disciplina e per la crescita del team Guerra”.

Anche il direttore sportivo Giampaolo Mungo ha voluto essere presente alla conferenza, sottolineando che “il taekwondo rappresenta non uno sport minore, ma uno sport di nicchia, attivo in Calabria da più di 40 anni. Mai finora c’era stata una palestra dedicata nel centro storico. E’ una scelta precisa, animata dai valori dell’inclusione e dalla volontà di ricucire le distanze anche con le periferie,  intercettando le diverse sacche di marginalità sociale”. L’assessore allo sport del Comune di Catanzaro, Lea Concolino, ha ribadito “la massima disponibilità a collaborare in questo progetto, che coniuga l’impegno sportivo con quello sociale, a cui si stava lavorando già da tempo, prima che la pandemia ci costringesse al rinvio”. Infine, dal team Guerra – ben rappresentato dalle giovani cinture nere plurimedagliate – è arrivato anche un altro annuncio:  una grande festa nel 2022 per celebrare i quarant’anni di vita della società con i vertici Fita e il campione olimpico Dell’Aquila.