Quantcast

Vittoria e di nuovo primo posto: il Catanzaro Primavera affonda il Catania

Gli aquilotti conquistano tre punti pesantissimi contro una concorrente diretta. Decide Viotti. Spader: «Buona reazione»

Catanzaro-Catania 1-0 (0-0 al primo tempo)

Catanzaro: Rizzuto, Talarico, Maiore, Mirante, Iuculano (35’ st Scavone), Ozawje, Bamba (10’ st Merante), Borgesi, Rando (25’ st Funaro), Cristiano (35’ st Raspaolo), Viotti, Gualtieri
A disposizione: Columbro, Rizzo, Palermo, Alessio,, Belpanno, Santacroce,
Allenatore: G. Spader

Catania: Vadalà, Napoli, Scaletta (40’ st Yallow), Giannone, Panarello, Patanè, Tropea, Sciuto (25’ st Russi), Russo, Limonelli, Aquino (46’ st Maltese)
A disposizione: Romeo, Cannavò, Nicolosi, Papale
Allenatore: O. Russo

Ammoniti: 31’ pt Talarico (CAT), 37’ pt Giannone (CTN), 45’ pt Mirante (CAT), 41’ st Maiore (CAT), 43’ st Ozawje (CAT), 50’ st Merante (CAT)
Espulsi: 39’ st Tropea (CTN)
Marcatori: 26’ st Viotti (CAT)

Vittoria e di nuovo primo posto: il Catanzaro Primavera affonda il Catania

 

E’ stata partita dura, combattuta e difficile. Ma il Catanzaro Primavera l’ha spuntata questo pomeriggio al “Federale” contro i pari età del Catania tornando alla vittoria dopo la battuta d’arresto di Potenza di due settimane fa e rilanciandosi in classifica. C’è voluto un lampo nel secondo tempo: una serpentina geniale di Cristiano al settantesimo sfruttata ottimamente da Viotti in area con una girata di rapina che ha battuto il portiere etneo e scatenato l’entusiasmo sugli spalti. Per la punta classe 2004 è arrivato il terzo gol di questo campionato dopo i precedenti centri contro Foggia e Potenza.

SI AVANZA – Operazione controsorpasso riuscita, dunque, per gli uomini di Spader che prima della pausa avevano dovuto ingoiare il boccone amaro del sopravanzo rossazzurro. E vetta di nuovo conquistata, almeno fino a domani pomeriggio quando la capolista Palermo affronterà l’Avellino in trasferta. Prossimo impegno per Cristiano e compagni sarà la trasferta di Bari: diretta su CatanzaroInforma sabato 13 novembre alle 14.30.

«BUONA REAZIONE» – Soddisfatto a fine gara il tecnico Spader. «La reazione dopo la sconfitta di Potenza è stata buona – le sue parole al termine del match – Nel primo tempo abbiamo sofferto i primi venticinque minuti perché il Catania ha qualità e si muove molto bene, poi però abbiamo creato le nostre occasioni e siamo saliti». A piacere in particolar modo è stato l’atteggiamento, «tipico di una squadra compatta e che voleva vincere, specie quando siamo rimasti in dieci nelle battute finali»: «Possiamo e dobbiamo ancora migliorare – il monito del tecnico – ma quanto visto è già importante».

 

Rivedi la diretta di Catanzaroinforma