Quantcast

Catanzaro-Messina 2-0, Calabro: “Buona reazione, buona tenuta mentale” fotogallery

Il trainer giallorosso: "Gli ultras la spinta in più. Oggi prima volta in curva, sensazione bellissima"

La vittoria ritrovata, al di là delle mille problematiche di questo pomeriggio, ha fatto tornare il sorriso a tutto l’ambiente Catanzaro.

Lo si capisce bene guardando ed ascoltando Calabro a fine gara: entusiasta della prova dei suoi e di come hanno saputo affrontare un pomeriggio non facile dentro e fuori dal campo.

«C’erano tante insidie – il primo commento del tecnico dopo il due a zero al Messina – A livello mentale i ragazzi hanno lavorato benissimo in queste settimane ma c’era il timore che la mancanza di risultati contro Monopoli e Bari avesse potuto scoraggiarli; la reazione invece è stata buona così come buona è stata anche la tenuta mentale per la situazione che si è venuta a creare prima della partita».

Il riferimento è al rinvio ordinato a poche ore dal fischio di inizio per il caso di positività accertato nelle fila del Messina. «Temevo anche questo – ha affermato – eravamo sul pullman pronti per partire, siamo stati bravi a rimanere concentrati e determinati. In parte abbiamo dovuto anche improvvisare». Applausi su ogni fronte, dunque. Ma anche qualche notazione utile per crescere. «Se vogliamo diventare una vera grande dobbiamo essere più cattivi – la sottolineatura – Quando attachiamo, nel passaggio filtrante, nel tiro in porta, non solo nella fase offensiva ma anche difensiva. La determinazione da parte nostra deve essere più forte».

E poi un pensiero agli ultras, tornati di nuovo in curva: «Sono una spinta in più e la sensazione oggi è stata bellissima»