Quantcast

Trasferta con successi per gli Arcieri Club Lido in terra pugliese

La squadra del presiedete Messina si porta a casa 10 medaglie. Le soddisfazioni sono tante in casa club lido

Nella fine settimana appena trascorso si è svolto nel bocciodromo comunale di Merine (LE) con il patrocinio del comune di Lizzanello il 3° Indoor città di Lizzanello e Merine, valevole per le qualifiche ai campionati italiani indoor di classe e divisione del 2022 che si svolgeranno a Rimini.

Gli arcieri dela società del Presidente Messina gli arcieri Club lido di Catanzaro, sono stati invitati da Romeo Liaci, organizzatore dell’evento con la sua società sportiva Evò Archery team, a una trasferta fuori regione, invito accettato con gran soddisfazione da parte di tutto lo staff catanzarese.
La sorpresa avuta dalla società Club Lido è stata tanta, nel vedere nella locandina della manifestazione segnalata la presenza di Poerio Piterà Francesco come partecipante all’evento nelle vesti di campione italiano e medaglia d’oro Europea.
La squadra del presiedete Messina si porta a casa 10 medaglie, Oro per Francesco Poerio Piterà nel ricurvo juniores, Oro per Valentino Elena nel compound juniores, Oro me Chiricò Rosanna nel Compound Seniores, oro per Caroleo Roberta nel ricurvo junior.

L’argento va a Poerio Piterà Anastasia nel compound junior a Poerio Piterà Edoardo nell’arco nudo e a Mattia Guzzetto nel ricurvo junior, mentre conquistano il bronzo Caroleo Alessandro nel ricurvo juniores e Chiarella Vittoria veneta nel compound.
Due primi posti per le squadre olimpica juniores con Poerio Piterà Francesco, Caroleo Alessandro e Mattia Guzzetto e compound Junior con Valentino Elena, Poerio Piterà Anastasia e Chiarella Vittoria.

Le soddisfazioni sono tante in casa club lido, infatti, per come affermato dal mister Poerio Piterà Edoardo, il team si sente ripagato di tutti i chilometri fatti, inoltre la nostra presenza in terra pugliese per noi è segno di gratitudine nei confronti della società che ci ha onorato dell’invito, di tutto il team Evò Archery e soprattutto di Romeo Liaci che ci ha voluti fortemente alla loro gara.
I chilometri percorsi sono tanti, ma vedere i nostri ragazzi salire sul podio per godersi quel minuto in cui si mettono la medaglia al collo, si traduce nel veder materializzato sul campo il lavoro che quotidianamente facciamo in società.