Quantcast

Catanzaro, ora la Turris. ‘Proseguire’ è la parola d’ordine

Il tecnico Calabro alla vigilia della sfida del "Liguori" : «Ci aspetta una gara veloce e difficile ma l'avversario lo si affronta sempre con la stessa mentalità. Dobbiamo continuare sul percorso già tracciato»

«Continuare sul percorso già tracciato». E’ questa la consegna da rispettare per il Catanzaro alla vigilia dell’impegnativo ed importantissimo match di Torre del Greco contro la Turris.

A darla, subito dopo la rifinitura del “Ceravolo”, in contemporanea con la partenza della squadra alla volta della Campania è stato il tecnico Antonio Calabro.

«Ci aspetta una gara veloce, sia per le caratteristiche degli avversari che per quelle del terreno di gioco visto che non essendoci grossi spazi lateralmente la palla è subito disponibile per essere rimessa in campo dopo l’uscita – le sua parole – L’intensità, le transizioni e la capacità di leggere prima possibile le situazioni di gioco dovranno far girare la gara dalla nostra parte».

Un compito tutt’altro che facile quello che attende Martinelli e compagni: al “Liguori” infatti si affronterà l’attacco più prolifico del torneo, un gruppo in salute, in entusiasmo, che fin qui ha stupito e non pare aver voglia di smettere di farlo.

«L’avversario si approccia sempre con la stessa mentalità – ha sottolineato Calabro – Ed in difesa abbiamo proseguito il lavoro che stiamo facendo da un anno e mezzo a questa parte».

Mancherà Scognamillo per squalifica ma tra i convocati si rivede Porcino.