Quantcast

Panchina Catanzaro Calcio, tre nomi per il dopo Calabro

Mimmo Toscano, una suggestione più praticabili le strade che portano all'ex Bari Vincenzo Vivarini o all'ex Palermo Roberto Boscaglia

Nei bagagli imbarcati ieri da Roma destinazione Lamezia Terme il Catanzaro non è riuscito a ficcarci altro che delusione, dubbi ed una certezza soltanto.

Quella amara che con una distanza così ampia – più di dieci punti dal Bari – la corsa alla vetta non può considerarsi affare aperto al momento e che solo una sterzata può a questo punto della stagione evitare guai peggiori.

Le riflessioni sono state avviate un secondo dopo il triplice fischio della gara contro il Monterosi, sono proseguite nel silenzio di telefoni muti per l’intera giornata di oggi, fino ad arrivare alla conclusione immaginabile in serata. La più ovvia secondo alcuni, di certo la più semplice.

Via Calabro la mossa del club – l’annuncio è stato dato pochi istanti fa – e con lui via anche l’intero staff – Alberto Villa, Pasquale Visconti, Antonio Raione. L’allenamento di domani sarà diretto dal tecnico della Primavera Giulio Spader.

Intanto è già partito il toto nomi che vede in lista tra gli altri per la successione la suggestione Mimmo Toscano, l’ex Bari Vincenzo Vivarini e l’ex Palermo Roberto Boscaglia.