Quantcast

Asd Zarapoti, chiusura positiva dell’anno agonistico foto

Molte le iniziative e le competizioni che hanno segnato gli ultimi 365 giorni

Più informazioni su

“La ASD ZARAPOTI chiude l’anno agonistico e sociale con un bilancio positivo non solo in campo sportivo, ma anche per le iniziative sociali e di beneficienza messe in campo, anzi messe in “strada” nel corso del 2021!

“Oltre alle numerose competizioni alle quali hanno partecipato numerosi atleti ed atlete, alcune all’esordio e già in grado di concludere i 21,097 km della “Mezza Maratona” come la nostra volenterosa Pina, abbiamo ospitato il sacerdote RUNNER Don Pasquale Castrilli, missionario nei paesi più poveri del mondo dove corre tra strade e deserti, portando aiuti e sollievo a quelle popolazioni sventurate”.

“Con il tramite del nostro consigliere e dirigente Ferdinando Maletta, ci siamo impegnati per la costruzione di un pozzo per ricavare l’acqua potabile in uno dei territori più aridi del pianeta, e con il nostro supporto abbiamo contribuito alla realizzazione di questa opera di grande importanza per la sopravvivenza di quelle comunità”.

“Abbiamo partecipato e dato sostegno agli amici della RA.GI. per la lotta contro le Demenze a Cicala, partecipando all’ottima manifestazione organizzata dagli amici della Corri Castrovillari. Sul campo, anzi sulla strada, numerosi podi e trofei, che qui su queste pagine abbiamo sempre avuto il piacere di comunicare; per chiudere l’anno agonistico in bellezza siamo andati un po’ in giro per il nostro splendido paese, con una puntatina all’estero. A Monopoli eravamo presenti con Giorgio Versea, Serafino Berlingò e Francesco Menniti, a Sorrento con Celestino Foscolo e Leo Fontana, e nientedimeno che a Valencia, con Antonio Procopio; alcuni reduci dalla Guglielmo Marathon Catanzaro che non è stata una passeggiata”,

Il proposito della ZARAPOTI per il prossima anno sarà quello di ampliare l’attività sportiva con i bambini ed i giovani, proseguendo nel grande lavoro del Tecnico e Consigliere Regionale FIDAL Antonio Cardamone, per promuovere tra i ragazzi e con una rinnovata presenza di atlete donne, lo sport come esempio di vita e di socialità.”

Più informazioni su