Quantcast

Catanzaro-Iemmello, c’è l’accordo: domani visite mediche e firma

Per l'attaccante secco sino a giugno dal Frosinone. Le prossime 24 ore saranno anche quelle di Maldonado, in attesa di Tommaso Biasci

Un corteggiamento lungo e per nulla semplice, alti e bassi a ripetizione sul percorso, poi il tanto atteso sì. Si è chiusa con il lieto fine la telenovela tra il Catanzaro e Pietro Iemmello: con l’abbraccio invocato a gran voce dalla piazza nei giorni scorsi e l’accordo finalmente trovato tra le parti da cui discenderà il passaggio in giallorosso della punta finora in forza al Frosinone. Sarà giallorosso Iemmello. E lo sarà contrattualmente fino a giugno considerata la formula del prestito secco su cui si è imperniata la contrattazione con i laziali per il trasferimento. Ieri lo scatto decisivo nella trattativa, la mossa che ha messo definitivamente in fuorigioco anche i competitor nella corsa, con la formulazione di una nuova proposta all’attaccante da parte del presidente Noto in persona; proposta meditata dalla punta e dai suoi agenti e virtualmente accettata in mattinata. L’ex Foggia e Sassuolo ha fortemente voluto il Catanzaro e di riflesso il Catanzaro ha fortemente voluto lui: domani lo sbarco in città per le visite mediche; firma ed annuncio i passi successivi.

ANCHE MALDONADO – Le prossime ventiquattro ore saranno anche quelle di Luis Alberto Maldonado: è atteso infatti per la mattinata l’ok del Tribunale di Catania alla sua cessione e compatibilmente con i tempi di arrivo avranno luogo anche le visite mediche. L’ecuadoriano – che con gli etnei ha collezionato quest’anno diciassette presenze – si legherà al Catanzaro con un contratto di un anno e mezzo (dunque fino a giugno 2023) andando ad assumere i gradi del play nello scacchiere di Vivarini.

ORA BIASCI – Due in più, in attesa del terzo. Si viaggia infatti verso la chiusura anche per Tommaso Biasci del Padova, altro rinforzo per il reparto avanzato che i giallorossi avevano messo nel mirino già in estate inseguendolo a fari spenti anche in questa sessione