Quantcast

Catanzaro Calcio, a Catania potrebbe scoccare l’ora di Iemmello

Per il nuovo acquisto lavoro atletico mattutino e tattico in gruppo in pomeriggio. Mercato: Curiale in uscita

Il rebus sarà lo stesso della gara di coppa: out Cianci per squalifica e Vazquez non al pieno della forma per poterci fare totale affidamento. Rispetto a quel precedente però il Catanzaro avrà due carte in più nel mazzo a Catania: due jolly di fresco pescati dal mercato che pur affrettando un po’ i tempi, pur gestendo il minutaggio, daranno una mano a tamponare l’emergenza.
Manca ancora tanto alla gara del “Massimino” di domenica ma è a questo che già si guarda in casa giallorossa con ragionamenti e studi d’attacco che coinvolgono i nuovi arrivati Biasci e Iemmello. L’ex Padova ha già calcato il campo da subentrante contro il Palermo nell’opaca prestazione della scorsa settimana e complice l’assenza del numero novantanove ed il conseguente spostamento dell’argentino nel ruolo di prima punta avrà prevedibilmente una chances in partenza nel prossimo turno; il pezzo forte del mercato invernale sarebbe stato comunque convocato contro gli etnei per fargli almeno annusare il campo: visto lo scenario andato dipingendosi facile supporre anche un suo impiego leggero, nell’ottica del graduale inserimento e dell’azzeramento dei rischi.

Per lui come per il compagno argentino.

VERSO LA PRIMA – D’altronde con il pallone l’ex Sassuolo ha già iniziato ad armeggiare a Giovino sommando al lavoro atletico solitario della mattinata quello pomeridiano tecnico tattico insieme al gruppo. Il percorso stilato dallo staff per farlo rientrare in forma viaggerà in parallelo per almeno qualche altra settimana, da Catania in poi sarà anche un crescendo di minuti.

DIFFICOLTA‘ – E non solo di quello auspicano Vivarini ed il club che a Iemmello guardano con speranza per risolvere il nodo pesante dell’inconsistenza offensiva. Contro il Palermo la questione è apparsa evidente – due soli tiri in porta e poche idee – e la spirale della sterilità approdata con i rosanero a centottanta minuti dovrà essere spezzata per non complicare ulteriormente la risalita.

CURIALE IN USCITA – Dal quadro offensivo si astrae invece la posizione di Curiale sempre i margini in attesa di sviluppi dal mercato. Le proposte di Vibonese e Fidelis Andria restano sul tavolo in queste ore così come l’ipotesi dell’esclusione dalla lista se al gong del 31 gennaio non dovesse formalizzarsi alcun passaggio. Appena dopo la trasferta di Catania Foresti e Pelliccioni voleranno a Milano per cercare di venirne a capo prima della chiusura della sessione: sul taccuino anche i casi Porcino – il Cesena si è defilato, la Pistoiese rimane – Cinelli – tutt’altro che facile da piazzare – e Carlini – Viterbese e Potenza aspettano di capire.

DIARIO DI BORDO – Sul campo intanto si fanno le prove generali con il gruppo al completo – dentro anche il giovane Pipicella, ristabilito dopo l’infortunio e come annunciato aggregato alla prima squadra per irrobustire le linee di difesa – e l’attenzione focalizzata sulla tattica. Esercitazioni a campo ridotto e partitella a ranghi misti il programma di oggi, domani nuova seduta al mattino.