Quantcast

Catanzaro, trofeo Judo Csen approda in Calabria foto

Il Palazzetto dello Sport "Stefano Gallo" ha ospitato "Judo Calabria" memorial Sinibaldo Scalise organizzato da Life in Sport, in collaborazione con il Csen

A Catanzaro, ieri, è stato un 1maggio all’insegna delle arti marziali. Il Palazzetto dello Sport “Stefano Gallo” ha ospitato l’evento “Judo Calabria” – Trofeo di Catanzaro, 1° Memorial “Sinibaldo Scalise”, organizzato dalla Asd Life in Sport, in collaborazione con il Csen (Centro Sportivo Educativo Nazionale) Comitato provinciale di Catanzaro e Settore Nazionale Judo.
La prima manifestazione firmata Csen dedicata al judo, svoltasi nel capoluogo calabrese, grazie alla sinergia con la Fijlkam (Federazione Italiana Judo Lotta Karate Arti Marziali), rappresentata nell’occasione dal vicepresidente del settore judo, Marco Mangiarano, a cui hanno preso parte ben 190 atleti, facenti parte delle categorie bambini, fanciulli, ragazzi e esordienti A, che si sono sfidati, davanti ad un’ampia platea, animati da tanta passione e sano agonismo.

Tredici sono state le società, provenienti per la maggiore dalla Calabria, ma anche dal Lazio e dalla Sicilia, che vi hanno preso parte: Kodokan Cosenza, Dojo Remorini, Ippon Rende, Judo Yamashita, Accademia Arti Marziali Lamezia, Scuola Vibonese, Life in Sport, Judo Calabro Lo Prete, Cockys, Judo Facente, De Bianchi Team, Judo Calabro Crotone Brugellis, Power Cage.
E, fra queste, ad aggiudicarsi il primo posto della classifica è stata la Kodokan Cosenza.
Durante l’evento, è stata consegnata al figlio di Sinibaldo Scalise, atleta di judo della Life in Sport, scomparso prematuramente, una borsa di studio sportiva, rilasciata in partenariato con Doctorium Institute. Tanto a dimostrazione del fatto che il ricordo dell’atleta scomparso è vivo nel cuore di tutti, ma anche che è importante aiutare i giovani talenti.

trofeo judo calabria csen

Il Trofeo sportivo, con la sua prima edizione, ha lasciato davvero soddisfatti gli organizzatori, e, fra questi, anche il responsabile nazionale del Settore Judo Csen, Franco Penna, sia per la partecipazione di tanti atleti che per il modo in cui sono state affrontate le competizioni.
Il presidente del Comitato Provinciale di Catanzaro Csen, Francesco De Nardo, ha voluto rivolgere un sentito ringraziamento a Franco Penna, che ha coordinato tutto l’evento, e a Giuseppe Gallelli, presidente dell’Asd Life in Sport, che, in sinergia con il Comitato provinciale, ha portato avanti questa iniziativa. Inoltre, ha inteso esprimere la sua gratitudine al Comitato regionale Fijlkam ed al maestro Marco Mangiarano per avere coadiuvato l’evento con vero spirito collaborativo.
“Quasi duecento atleti, per una prima edizione, sono un buon inizio – ha commentato De Nardo – e tutto ciò nasce dal lavoro di squadra e da un’organizzazione curata nei minimi particolari, che, di certo, sarà migliorata per i prossimi eventi”.

Dare luce al judo, che, fra le arti marziali, si classifica come metodo efficace per acquisire forza fisica e mentale, finalizzato a fare maturare consapevolezza del corpo e dello spirito attraverso un addestramento attacco-difesa e l’assiduo sforzo per ottenere un miglioramento dal punto di vista sia fisico che spirituale, è uno degli obiettivi del Csen provinciale di Catanzaro, sempre pronto a valorizzare tutte gli sport e i loro sportivi.