Quantcast

Catanzaro Calcio, Vivarini: “Ritiro utile per focalizzare l’obiettivo di squadra”

Il bilancio del tecnico: "Abbiamo dedicato attenzione ai dettagli. Nel test col Mantova qualche pecca ma ho visto anche tante cose buone"

Più informazioni su

Una parentesi utile per «focalizzare ancora di più l’obiettivo di squadra», per limare i dettagli di campo, certo, ma anche «per concentrarsi sull’aspetto mentale». Così Vivarini ha definito il mini ritiro di Veronello per il Catanzaro: un piccolo inciso in terra straniera nel lungo capitolo della preparazione ai playoff. Questo pomeriggio l’amichevole contro il Mantova – vinta quattro a due – ha fatto calare il sipario: la squadra in serata tornerà in Calabria e giovedì riprenderà la preparazione nel centro sportivo di Giovino.

«Questi giorni ci sono serviti – ha sottolineato il mister – ci hanno consentito di concentrarsi sull’organizzazione tattica e di lavorare su tutti i particolari ed i meccanismi, specie quelli legati alla fase di non possesso. Si è potuto dedicare nuovamente attenzione ai dettagli e alle cose da fare in campo; la sgambata finale ci è servita a verificare tutte le accortezze da avere in partita». Lontano da occhi indiscreti ci si è armati di lavagnetta e si approfondito ogni aspetto con sedute video, concentrandosi solo su se stessi in attesa di capire chi sarà il primo avversario nella roulette.

E anche questa volta, come già al termine dell’amichevole contro il Sersale non sono mancate le tirate d’orecchie. «Abbiamo evidenziato anche oggi qualche pecca – le parole di Vivarini – ma ho visto anche tante cose buone. Continueremo a lavorare per farci trovare pronti focalizzandoci su quell’obiettivo che è nostro ma anche dei tifosi e della città». Unici assenti al ritiro Maldonado, Nocchi, Cianci e Branduani rimasti a lavorare in città.

Più informazioni su