Catanzaro Calcio, nuovo ds: in pista rimane solo Magalini ma fumata bianca ancora non c’è

Niente Fabiani, niente Magoni, la scelta dovrebbe ricadere sul sessantunenne ex Vicenza, Reggiana, Alessandria, Grosseto e Cremonese.

Niente Fabiani, niente Magoni: in fondo al percorso, a pochi metri dal traguardo, l’unico a rimanere in pista è Giuseppe Magalini. Di fumata bianca neanche a parlarne, eppure la giornata odierna sembra aver comunque indirizzato verso il finale l’estenuante corsa al diesse in casa Catanzaro.

I due nomi favoriti sono stati depennati quasi subito nel rush: l’ex Salernitana prima, il collega ex FeralpiSalò dopo un nuovo colloquio condotto nel pomeriggio; il terzo – come da proverbio – si è ritrovato invece a godere dei deragliamenti altrui e a conquistare la pole che di per sé – viste le tempistiche – vale già mezzo annuncio.

Sessantuno anni, veneto di Villafranca di Verona, Magalini è reduce da una parentesi in B interrotta anzitempo a Vicenza con l’esonero a novembre e l’avvicendamento dietro la scrivania con Federico Balzaretti. Nel suo curriculum anche una collaborazione con il diggì Foresti a Viterbo – anch’essa per una manciata di mesi, nel 2018 – oltre alle esperienze in C con Reggiana, Alessandria, Grosseto e Cremonese.