Quantcast

Accesso al credito per le aziende, sinergia tra associazioni e Bankitalia per dare risposte tempestive e contrastare l’usura

Grazie ad un'apposita email e ad un servizio di messaggistica What's App si potranno segnalare ritardi e disservizi nelle richieste di finanziamento.

La possibilità di accesso al credito da parte delle aziende del territorio calabrese è fondamentale per contrastare le difficoltà di un tessuto economico già in crisi prima dell’emergenza covid e che a seguito del lockdown ne è risultato ulteriormente danneggiato. Per agevolare l’accesso a misure di sostegno e contrastare il rischio usura, che rappresenta una grande minaccia sul territorio, Confcommercio Catanzaro insieme al Centro Studi Don Francesco Caporale e un nutrito numero di altre associazioni hanno aperto un confronto con la filiale catanzarese di Bankitalia, per cercare di portare a galla le difficoltà di un sistema con cui gli istituti bancari dovrebbero dare risposte mirate e tempestive alle aziende, con una ricaduta non solo su piano economico ma anche su quello che riguarda la sostenibilità familiare, vista la conformazione strutturale delle aziende stesse del territorio.

confcommercio

Abbiamo il dovere di rendere forte la nostra struttura sociale e questo può avvenire attraverso la vigilanza sulle attività delle banche.

“Grazie alla sinergia con le altre associazioni abbiamo delineato un documento che ci impone di vigilare sulla concessione al credito – ha sottolineato Alberto Tiriolo della Fondazione Caporale, durante la conferenza stampa di questa mattina nella sede di Confcommercio – abbiamo il dovere di rendere forte la nostra struttura sociale e questo può avvenire attraverso la vigilanza sulle attività delle banche ,fungendo da interfaccia con le aziende per dare risposte alle loro difficoltà soprattutto relativamente ai finanziamenti sui fondi di garanzia. Le informazioni raccolte verranno inviate a Bankitalia che si è resa disponibile ad essere nostro alleato su un’operazione che già fa, ma che sarà meglio supportata da questa attività di base.” Le aziende sull’apposita e-mail allertacredito@gmail.com o attraverso un semplice What’sApp al numero 392/4393781 potranno inviare le proprie segnalazioni di disservizi o di ritardi da parte degli istituti bancari, le informazioni raccolte verranno prontamente inviate a Bankitalia che si attiverà per dare risposte.

I falsi benefattori che bussano agli esercizi commerciali  arrivano spesso prima di ogni altro per dare sollievo economico a chi in quel momento non ha possibilità di accedere al credito.

“Durante l’emergenza gli istituti bancari hanno applicato delle istruttorie non semplificate nonostante le garanzie di copertura totale date dallo Stato, per questo motivo noi abbiamo fatto sentire la nostra voce – ha detto Pietro Falbo, Presidente di Confcommercio Catanzaro – ciò ha avuto ripercussioni sull’accesso al credito da parte delle aziende che hanno dovuto rinviare scadenze anche importanti. Il rischio usura sul nostro territorio è un rischio reale – ha sottolineato – lo abbiamo detto più volte, perché i falsi benefattori che bussano agli esercizi commerciali  arrivano spesso prima di ogni altro per dare sollievo economico a chi in quel momento non ha possibilità di accedere al credito.” Ecco allora che il nuovo strumento a favore delle imprese si configura come un ponte diretto per contrastare ritardi e difficoltà, allontanando il rischio usura dal territorio e rispondendo concretamente alle reali necessità e urgenze delle imprese.