Quantcast

‘Disabilità non è inabilità’: Così Ester Maria oggi ha un contratto a tempo indeterminato

Il progetto “Chi trova un lavoro, trova un tesoro" promosso dall'Associazione Italiana Persone Down Nazionale ha coinvolto operatori qualificati e adulti con la sindrome di Down di età compresa tra 24 e 30 anni

“Disabilità non significa inabilità. Significa semplicemente adattabilità”(C. Bradford)  Il mondo del lavoro offre diverse opportunità, tra cui quella di instaurare rapporti sociali; lavorare permette di confrontarsi, scambiarsi idee e soprattutto di collaborare ed è proprio attraverso la collaborazione che si possono combattere i pregiudizi e la discriminazione sociale e culturale.
È sulla base di questi concetti che nasce il progetto “Chi trova un lavoro, trova un tesoro”, finanziato dal ministero del lavoro e delle politiche sociali promosso dall’Associazione Italiana Persone Down Nazionale che ha coinvolto, durante gli anni 2018/2019, operatori qualificati e adulti con la sdD, di età compresa tra 24 e 30 anni, di tutta la nazione. Dopo una serie di incontri di formazione  incentrati su tematiche riguardanti il mondo del lavoro é stato dato il via a tirocini retribuiti preceduti da formazione alle aziende curata dalla dottoressa Monica Berarducci, responsabile dell’Osservatorio sul mondo del Lavoro Aipd nazionale e di tutti i progetti dedicati al tema del lavoro.
Tra i nostri soci c’è Ester Maria Ciacci, che ha firmato in data 18 settembre un contratto a tempo indeterminato con l’azienda SETA srl (Servizi e Tecnologie Avanzate), dopo aver effettuato un tirocinio retribuito finalizzato all’assunzione, con la medesima azienda, durante il quale è stata affiancata dal dottore Francesco Pallone, operatore qualificato. Si tratta di un grandissimo traguardo per lei e per la nostra associazione coordinata con dedizione e serietà dalla dottoressa Marina Dominijianni.
A questo punto non ci resta che porgerle il più sincero in bocca al lupo sperando che questa sia solo la prima di tante opportunità di svolta e di inclusione sociale per i nostri ragazzi.