Quantcast

Chiesa evangelica Petronà e Mesoraca: presentato il progetto: adotta un villaggio

Un auditorium gremito ha ascoltato  con trasporto le testimonianze di volontari petronesi e mesorachesi in Burkina Faso

Più informazioni su

Nel mondo ci sono  quasi un miliardo di persone  che conoscono da vicino  la fame e la povertà. C’è chi si limita solo a parlarne, c’è chi invece  alle parole fa seguire  i fatti:  vale per  la Chiesa cristiana evangelica Ministero Fonte di Grazia di Petronà e Mesoraca.

Ieri, venerdì 26 novembre 2021 alle ore 18, è stato presentato l’ambizioso  progetto di contrasto alla povertà in Africa denominato “Adotta un villaggio”.

Un auditorium gremito in ogni ordine di posti, presso nuova  sede di via Cona,  ha ascoltato  con trasporto e attenzione  le toccanti  testimonianze di volontari petronesi e mesorachesi che , nelle settimane scorse,  sono  andati in Burkina Faso per aiutare in terra africana  i tanti indigenti, soprattutto bambini vessati da malattie, malnutrizione e privazioni. Un esempio? C’è chi percorre anche quattordici  chilometri al giorno per avere un po’ d’acqua.

Dieci sono stati i missionari  di Petronà e Mesoraca impegnati in Africa, sono andati lì  per donare ai cittadini africani tanti oggetti utili al fine di migliorare la loro qualità di vita: dettate alimentari, macchine per cucire, kit igienici per donne, medicine, vestiti, palloni e anche soldi. La finalità  è quella di adottare in Burkina Faso  un villaggio dotandolo, tre sono già attivi, di pozzi d’acqua, di una casa della maternità, di un campo di calcio e di un’officina dei mestieri.

“ La nostra è una fede in azione, una fede che opera. Alimentiamo la cultura del dono perché aiutare i poveri è un comandamento di Dio” ha asserito il preparato pastore evangelico  Gianni Aiello nel ringraziare “la comunità di Petronà che era rappresentata   in Africa da  tre fratelli missionari: Irene, Christian e Rosario Caligiuri.” Non solo fare, ma anche far sapere: la Chiesa Evangelica di  Petronà e Mesoraca dà il buon esempio con  azioni disinteressate pensate per dare alla vita di comunità un orizzonte di senso: ecco la vicinanza disinteressata per i deboli, per i poveri.

Più informazioni su