Quantcast

Catanzaro calcio, niente stadio Ceravolo per i tifosi: dpcm ordina partite a porte chiuse

Il "congiunto Ceravolo" lo si potrà vedere solo a distanza

Torneranno a serrarsi le porte degli stadi in Italia. Almeno fino al prossimo 24 novembre, data individuata al momento dal governo come termine delle misure preventive anti-contagio. L’ultimo DPCM varato dal Presidente del Consiglio Conte, infatti, non lascia spazio ad interpretazioni: garantita la disputa degli incontri e le sessioni di allenamento ma solo “a porte chiuse, nel rispetto dei protocolli emanati dalle rispettive federazioni sportive nazionali”.

NIENTE “CERAVOLO” – Neanche il tempo di abituarsi alla quota minima dei mille sugli spalti del “Ceravolo” – una settimana fa, contro il Foggia, furono circa settecento le presenze – e nemmeno di far muovere i primi passi alla campagna sostenitori lanciata nelle scorse ore dal club con il top-ticket che avrebbe dovuto regalare la priorità nell’acquisto dei biglietti ai tifosi più fedeli. Il “congiunto Ceravolo” lo si potrà vedere solo a distanza.